Una storia lunga 90 anni…


Era il 1920 quando Michele Avena, originario di Ruvo di Puglia, venditore ambulante di generi per la casa incontrò a Potenza la futura moglie Teresa. Si sposarono e aprirono un negozio per la casa al centro di Potenza “Avena Casa”, per oltre 80 anni quel negozio ha rappresentato un punto di riferimento per tutti i potentini e i lucani in generale.
storia_avena_1Nel frattempo lo spirito imprenditoriale di Michele lo spinge ad investire in un’azienda di bibite e ghiaccio e da semplice socio, nel 1926 rileva l’intera azienda e la chiama Avena Bibite.
pinup
Lo stabilimento artigianale era situato inizialmente in C.so Garibaldi, nei locali a piano terra del Palazzo Arrigucci.
Con il tempo la produzione si amplia, seguendo le tendenze e la stagionalità dei prodotti, non più solo bibite quindi, ma anche caramelle e liquori – in estate le bibite e il ghiaccio, in inverno caramelle e liquori.
Nello stabilimento di C.so Garibaldi lavoravano circa 30 persone, le donne si occupavano delle caramelle e dei liquori, mentre gli uomini dell’imbottigliamento
delle bibite (gassosa, aranciata, spuma nera, cola) e delle consegne.
Con il tempo non cresceva solo il lavoro e la produzione ma anche la famiglia, nacquero infatti ben 7 figli, 6 maschi – Nicola, Alfredo, Alberto, Rocco, Giuseppe, Mario e una bambina di nome Alda – che terminati gli studi iniziarono a partecipare all’attività famigliare.
Alla morte di Michele nel 1965, i figli Alfredo e Alberto, acquisiscono le quote degli altri fratelli e diventando gli unici proprietari della società F.LLI AVENA S.N.C.
storia_avena_2Negli anni successivi, la domanda del prodotto aumentò esponenzialmente e per questo si decide di costruire un nuovo stabilimento con macchinari moderni a supporto di processi innovativi e lo stabilimento si trasferisce dove si trova tutt’oggi in via del Gallitello a Potenza. Grazie all’acume dei due fratelli, Alfredo – perito industriale, Alberto laureato in Economia e Commercio, l’azienda aggiunge alla produzione di bibite e caramelle a marchio Avena anche la commercializzazione di altri prodotti tra cui la birra (unico concessionario di Birra Peroni per la provincia di Potenza) e le acque minerali (sorgente Traficante). L’azienda riceve un notevole impulso arrivando a 50 dipendenti, divisi ugualmente tra uomini e donne.
Le caramelle erano molto apprezzate anche dalle regioni limitrofe, durante l’inverno se ne consegnavano circa 60 q.li a settimana tra Puglia e Campania.
In questi anni la famiglia continuava a crescere nascono infatti Michele e Anna dal matrimonio di Alfredo e di Rosa Maria Samela.
Il terremoto del 1980 provoca notevoli danni, sia al fabbricato che ai macchinari.
Senza perdersi d’animo, da un evento così disastrosi ci si risollevò continuando ad investire, si costruisce un nuovo capannone e vengono acquistati nuovi macchinari con capacità produttiva dieci volte superiore ai precedenti, con la speranza di rivoluzionare e far crescere l’azienda.
Tra l’85 e l’86 fanno il loro ingresso in azienda Michele e Anna che dopo un periodo di rodaggio entrano a pieno ritmo nelle dinamiche aziendali.
Nell’ottobre del 1987 alla morte del sig. Alberto tutte le sue quote aziendali e proprietà vengono lasciate al fratello Alfredo.
storia_avena_3Nasce così una nuova società chiamata, F.LLI AVENA DI MICHELE AVENA & C.S.N.C. avente come soci, Michele e Anna Avena e Samela Rosa Maria (la mamma).
Nell’1991 entra a pieno regime il nuovo impianto industriale con capacità produttive di circa 12.000 bottiglie l’ora. Si decide così di concentrarsi esclusivamente sulle bibite gassate e di non produrre più le caramelle.
La produzione negli anni aumentò, dalle 500.000 bottiglie prodotte tra gli anni 70-80 si passa alle 2.300.000 bottiglie del 2013.
Alla morte di Alfredo e Rosa Maria tutto passa nella mani di Anna e Michele che danno vita a quella che è ad oggi la società in essere, ovvero la F.LLI AVENA SRL.

 

CARTOLINA POTENZA STORICA CARTOLINA POTENZA OGGI